Liturgia

“(erano perseveranti) nello spezzare il pane e nelle preghiere” (Atti 2, 42)

Dal Sinodo 47mo diocesano:
Nella celebrazione liturgica la Chiesa rivive l’opera meravigliosa di salvezza operata dal Padre per mezzo di Gesù Cristo nello Spirito santo. L’Eucaristia ridona nel mistero questa fonte, alla quale la Chiesa attinge nel suo pellegrinaggio. Nell’Eucaristia la vita cristiana riscopre il fondamento della sua conformità a Gesù Cristo e della vita fraterna nella carità.

“2. La cura per questa qualità sacramentale della vita cristiana si esprime non solo nella celebrazione degna dell’Eucaristia e degli altri sacramenti, ma soprattutto nella loro esatta comprensione, che va dalla celebrazione del rito, all’unione di vita con Gesù Cristo, nel senso di aderire alla vita di Gesù Cristo come a principio reale e norma ideale della propria esistenza. Coerentemente si esprime nella valorizzazione dei tempi della celebrazione e dei suoi linguaggi, nella riproposta della preghiera cristiana e nel corretto apprezzamento della religiosità popolare.  (n. 12)”

La liturgia è il cuore della comunità cristiana, ne delinea il volto e genera la testimonianza. L’attenzione alla bellezza della litrugia si manifesta nella pluralità dei ministeri che manifestano la partecipazione dei battezzati. Ecco le forme principali di partecipazione:

LETTORI                            CANTORI           

librologochierichetti

Mo.Chi