Incontro mondiale sulla Famiglia

Al Croke Park Stadium di Dublino, pronunciando il discorso-chiave del suo viaggio in terra d’Irlanda, papa Francesco ha riproposto i tratti e gli accenti più intimi del magistero su matrimonio e famiglia da lui esposto nella Lettera apostolica Amoris laetitia, che è stata distribuita a tutti i partecipanti alle giornate dublinesi. Ha ripetuto che nel volersi bene dei congiunti – marito e moglie, genitori e figli, nonni e nipoti – brilla il riflesso del disegno buono del Creatore per le vite delle creature.

Articolo completo tratto da AVVENIRE

È vero che l’attenzione dei media era focalizzata su alcuni temi di grande interesse per l’opinione pubblica come la questione omosessualità ed abusi che possono aver oscurato altri aspetti.

La centralita’ dell’incontro è stata rivolta alla gioia e santità della vita familiare, alla relazione coniugale, alla spiritualità familiare, all’educazione dei figli, alle difficoltà di rapporto che possono essere superate.

Ma i temi delle politiche familiari, delle leggi per la famiglia, della soggettività politica delle famiglie non sono stati trattati e non erano in programma.
Si può dire che sia stata privilegiata una visione relazionale personale intra-familiare (tra i componenti della famiglia) o inter-familiare (tra i componenti delle famiglie) ma senza fare riferimento all’ordine sociale e politico di cui la famiglia si nutre e che nello stesso tempo nutre.

Dublino, ecco la nuova icona simbolo della famiglia:
Maria e Giuseppe seduti ai due lati di un Gesù adolescente ma già autorevole e centrale rispetto ai genitori, ritratti in atteggiamento di devozione.
Alla base vi si legge il titolo dell’esortazione di papa Francesco “Amoris Laetitia”, il testo cardine.
Ricordiamo che un’icona non è un semplice quadro e tantomeno un ritratto, ma una vera forma di preghiera e quando la guardiamo con venerazione dialoghiamo con Dio: Egli ci parla attraverso le immagini e noi gli rispondiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.